I segreti di Twin Peaks

Film 1990 | Drammatico

Regia di David Lynch, Lesli Linka Glatter, Caleb Deschanel, Duwayne Dunham, Tim Hunter, Todd Holland, Tina Rathborne. Una serie Da vedere 1990 con Kyle MacLachlan, Michael Ontkean, Mädchen Amick, Dana Ashbrook, Richard Beymer. Cast completo Titolo originale: Twin Peaks. Genere Drammatico - USA, 1990, - MYmonetro 4,46 su 16 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi I segreti di Twin Peaks tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

La scomparsa di una ragazza e un atto di violenza indicibile sconvolgono la cittadina di Twin Peaks. Un agente FBI viene chiamato a indagare.

Consigliato assolutamente sì!
4,46/5
MYMOVIES 3,75
CRITICA N.D.
PUBBLICO 4,44
ASSOLUTAMENTE SÌ

Il pilot della famosissima serie televisiva con accorgimenti che lo rendono compiuto e autonomo. Siamo dunque a Twin Peaks, luogo ameno dove viene commesso l'assassinio della bella e giovane Laura Palmer. Chi può avere avuto interesse alla sua morte? È quello che cercherà di scoprire l'agente dell'Fbi Cooper con l'ausilio dello sceriffo locale. Diretto da David Lynch è condotto sullo stile di Velluto Blu e Cuore selvaggio, impostato cioè sulla satira del provincialismo americano attraverso l'esasperazione dei luoghi comuni. In più l'inconfondibile visionarietà del maestro. Gli attori più che altro assecondano la necessità di un'interpretazione sopra le righe o incredibilmente estraniata.

Recensione di Stefano Lo Verme

È una fredda mattina di febbraio quando sulle rive di Twin Peaks, una placida cittadina di montagna al confine fra Stati Uniti e Canada, viene rinvenuto il cadavere di una ragazza avvolto in una sacca di plastica. La vittima di questo brutale assassinio viene identificata come Laura Palmer, la reginetta del liceo, nonché la teenager più bella e ammirata della città. La notizia della sua morte (ma soprattutto della terribile modalità del suo omicidio) fa ben presto il giro del piccolo centro, provocando lo sconcerto e l'orrore degli abitanti. La mattina stessa un'altra ragazza, Ronette Pulaski, è trovata a vagare priva di memoria e in stato di shock presso i binari della ferrovia. Gli straordinari eventi della giornata spingono lo sceriffo Harry Truman a richiedere l'intervento dell'FBI: è così che in città giunge l'agente speciale Dale Cooper, un giovane e brillante detective che, con i suoi metodi insoliti e il suo atteggiamento a dir poco bizzarro, non manca di suscitare l'ostile diffidenza della comunità chiusa e conservatrice di Twin Peaks.
Il 9 gennaio 1991 andava in onda per la prima volta sugli schermi italiani Twin Peaks, l'indimenticabile serie televisiva che fin da subito sarebbe diventata anche qui da noi un vero e proprio fenomeno di culto, come era già accaduto negli altri paesi. Partorita dalle menti di Mark Frost (ideatore del noto telefilm poliziesco Hill Street giorno e notte) e del geniale regista cinematografico David Lynch (autore di opere quali The Elephant Man e Velluto blu), Twin Peaks è stato capace di far appassionare milioni di spettatori fin dalla prima puntata, segnando un decisivo punto di rottura rispetto a tutti i telefilm precedenti e rivoluzionando per sempre i canoni della fiction televisiva.
Trasmesso dalla ABC tra l'aprile 1990 e il giugno 1991 negli Stati Uniti, e in seguito nel resto del mondo, Twin Peaks ha saputo conquistarsi immediatamente un'immensa popolarità presso il pubblico internazionale, che è rimasto incollato agli schermi in attesa della risposta alla domanda che sarebbe diventata un autentico tormentone: "Chi ha ucciso Laura Palmer?". Ma gli spettatori sono stati catturati anche dalla formula assolutamente nuova e originale della serie, che frantumava la rassicurante convenzionalità tipica degli altri telefilm dell'epoca per adottare uno stile spiazzante ed angoscioso, del tutto inusuale per il piccolo schermo.
Il mitico episodio pilota della serie, un vero e proprio piccolo film della durata di un'ora e mezzo diretto dallo stesso Lynch, ci introduce fin da subito nel torbido mondo di Twin Peaks, con la scoperta del cadavere di Laura Palmer (Sheryl Lee) avvolto in un sacco di cellophane. Convinto che qualcosa di oscuro e terrificante sia celato dietro la facciata a prima vista solare e ridente della cittadina, l'agente speciale Dale Cooper (Kyle MacLachlan), al fianco dello sceriffo Harry Truman (Michael Ontkean) e della polizia locale, inizia così una serrata indagine fra gli abitanti di Twin Peaks, specialmente quelli che in un modo o nell'altro erano legati alla povera Laura. In breve tempo, il detective dell'FBI si renderà conto che a Twin Peaks nulla è ciò che sembra, e che basta guardare oltre la superficie di rispettabilità e perbenismo per accorgersi che ognuno ha qualcosa da nascondere.
All'inchiesta dell'agente Cooper intorno all'omicidio di Laura si mischiano poi le vicende private dei cittadini di Twin Peaks; lo spettatore viene portato così a conoscere i numerosi personaggi del telefilm, implicati in un modo o nell'altro nella vicenda della ragazza uccisa. Tra questi figurano Donna (Lara Flynn Boyle), figlia del benevolo dottor Hayward (Warren Frost) e miglior amica di Laura, che decide di investigare per proprio conto insieme al suo ragazzo James Hurley (James Marshall) e a Meddy (la stessa Sheryl Lee), la cugina bruna di Laura, identica a lei nell'aspetto; Leland e Sarah Palmer (Ray Wise e Grace Zabriskie), i genitori di Laura; Bobby Briggs (Dana Ashbrook), fidanzato della vittima e al primo posto nell'elenco degli indiziati; la sensuale Audrey Horne (Sherilyn Fenn), compagna di scuola di Laura, invaghitasi dell'agente Cooper; e la bizzarra signora del ceppo (Catherine E. Coulson), una donna capace di leggere il futuro attraverso un ceppo di legno che porta sempre con sé.
La grande forza del telefilm è proprio nell'inusuale contrasto fra l'apparente amenità della cittadina di montagna, con i suoi deliziosi alberghi dove ogni mattina vengono serviti crostata e caffè caldo, e l'atmosfera inesorabilmente sinistra che malgrado tutto aleggia fra le "cime gemelle" del titolo, sintomo della presenza di un male ambiguo e sfuggente che si annida nei luoghi più insospettabili. David Lynch, insomma, riprende i temi che avevano già caratterizzato uno dei suoi film più importanti, lo splendido Velluto blu (1986), nel quale il protagonista (ancora Kyle MacLachlan) si trovava a dover aprire gli occhi di fronte ai misteri di un idilliaco paese della provincia americana. Anche in questo caso, la trama del telefilm si sviluppa in una fitta rete di intrighi, tradimenti, perversioni ed inconfessabili segreti, nei quali la stessa Laura Palmer si era trovata coinvolta. Il clima cupo e minaccioso degli eventi è perfettamente scandito dalla suggestiva colonna sonora composta da Angelo Badalamenti (fedele collaboratore di Lynch), autore del famosissimo tema musicale che accompagna la sigla d'apertura di ogni puntata, nonché di Falling, brano dalle cadenze ipnotiche cantato da Julee Cruise.
Nel cast, oltre a uno degli attori feticcio di Lynch, Kyle MacLachlan, nell'indelebile ruolo dell'agente Cooper (un personaggio entrato giustamente nell'immaginario collettivo del pubblico americano), e ad una serie di interpreti giovani o poco conosciuti, compaiono inoltre alcuni volti noti del cinema del passato, fra i quali Richard Beymer nella parte di Benjamin Horne, un losco e corrotto uomo d'affari che gestisce una casa di appuntamenti appena fuori città, e la celebre attrice Piper Laurie nel ruolo della perfida e intrigante Catherine Martell, l'altra "cattiva" del telefilm. Ed è proprio il fascino dei singoli personaggi, con la complessità delle loro storie, uno dei motivi del clamoroso consenso ottenuto da Twin Peaks, secondo un formidabile intreccio che riesce a fondere abilmente gli elementi del giallo e della soap-opera, del noir e del thriller dai contorni soprannaturali. Non mancano neppure quelle parentesi oniriche tanto care a Lynch, come nelle memorabili scene ambientate all'interno della Loggia Nera, un surreale angolo della mente abitato dagli spiriti, e nelle varie apparizioni che si manifestano all'agente Cooper, nelle quali un gigante gli suggerisce ermetici indizi che si riveleranno fondamentali per la soluzione dell'enigma sulla morte di Laura.
Accolto da un enorme successo di pubblico, il serial firmato da David Lynch ha ricevuto nel 1991 tre Golden Globe per la miglior serie tv dell'anno, il miglior attore protagonista (Kyle MacLachlan) e la miglior attrice non protagonista (Piper Laurie), e due Emmy Award per il montaggio e i costumi. Inoltre, Twin Peaks ha avuto il merito di aprire la strada ad un lungo elenco di telefilm che, in un modo o nell'altro, ne hanno raccolto l'eredità. Nel 1992, dalla serie è stato tratto un film per il grande schermo, Twin Peaks: Fuoco cammina con me, realizzato dallo stesso Lynch per raccontare l'antefatto delle vicende legate alla morte di Laura Palmer. L'intera serie di Twin Peaks è stata ripubblicata di recente in un cofanetto di dieci dvd, per tutti coloro che volessero rivivere le avventure dell'agente Cooper e immergersi nuovamente nei misteri della cittadina più inquietante nella storia della televisione.

Sei d'accordo con Stefano Lo Verme?

I SEGRETI DI TWIN PEAKS disponibile in DVD o BluRay su IBS

DVD

BLU-RAY
€19,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
mercoledì 8 agosto 2012
BrainStorming

Twin Peaks è qualcosa che supera il limite della serie, è più giustamente definibile come un grande film in episodi. La stria parla di un piccolo paesino dietro la cui bella facciata si nasconde una struttura marcia. Con la morte di Laura Palmer si raggiunge secondo me la saturazione del marcio e degli intrighi che la piccola società non riesce più a contenere e un [...] Vai alla recensione »

lunedì 17 febbraio 2014
NiccoFuzz

Twin Peaks è una colossale (e magistrale) analisi di come le forze agiscono sul l'uomo e su come questo riesca a controllarle (quanto e sino a che punto). L'agente Cooper di Twin Peaks rappresenta l'uomo che domina le forze della natura che agiscono dentro di lui, per il semplice motivo che le conosce alla perfezione, chiaramente non finisce qui, la storia ci racconta di come quest'uo [...] Vai alla recensione »

giovedì 13 settembre 2018
Alessio Mazzucchi

Una serie per far vivere una vita parallela come nei sogni, raccontare un sogno non può trasmettere le emozioni provate vivendolo...o forse sì? Grazie per questo sogno condiviso così genuino ...

mercoledì 30 novembre 2016
Francis Metal

E' straordinario, commovente, avvincente, misterioso, affascinante, insomma c'è tutto....  peccato per i bisticci tra Lynch e la regia che hanno rovinato la seconda serie. Peccato... speriamo bene per la terza serie

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Dave Kehr
The New York Times

One of Buñuel’s Mexican films was “Adventures of Robinson Crusoe” (1954), starring Dan O’Herlihy, an Irish actor with a resonant stage voice who also appears in six episodes of “Twin Peaks,” the cult television show created by Mark Frost and David Lynch. Mr. O’Herlihy is one of the few real connections between Buñuel and Mr. Lynch, directors who are inevitably coupled as fellow surrealists, though [...] Vai alla recensione »

RECENSIONI MYMOVIES
PUBBLICO
RASSEGNA STAMPA
SHOWTIME
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati