MYmovies.it
Advertisement
I tre moschettieri tornano al cinema, e Favino è D'Artagnan

La nuova trasposizione dell'opera di Dumas è di Giovanni Veronesi. Nel cast anche Rubini, Mastandrea e Papaleo.
di Pino Farinotti

Pierfrancesco Favino (49 anni) 24 agosto 1969, Roma (Italia) - Vergine. Interpreta D'Artagnan nel film di Giovanni Veronesi Moschettieri del Re - La penultima missione. Al cinema da giovedì 27 dicembre 2018.
mercoledì 22 agosto 2018 - Focus

In autunno uscirà Moschettieri del re, visti da un italiano, Giovanni Veronesi, con attori italiani nei ruoli degli eroi. Veronesi percorre una sua strada, quella della commedia e della dissacrazione divertente. Ma se affronti il romanzo che ha inventato l'avventura moderna e che fa parte della formazione e dell'incanto di noi tutti... devi stare molto attento. Ci sono testi di cui il cinema si è impadronito trattandoli secondo le epoche e secondo le sue legittime licenze. Qualche titolo esemplare: i vari 'Romeo e Giulietta', 'Anna Kerenina', le ispirazioni di 'Robin Hood', gli "assassinii" della Christie, le 'Jane Eyre', i 'Miserabili', i ' Grande Gatsby', i 'Bond' e molti altri. Il cinema magari li violentava per necessità e per franchigia, perché ai film non deve appartenere il rigore e la verità. La tentazione di alcuni autori era quella di una revisione estrema, dove il buono diventava cattivo, il macho gay, l'eroe vigliacco. Stupidaggini più che estrosità.

Se ambienti 'Romeo e Giulietta' in città negli anni Novanta, a tempo di rock, può apparire blasfemo ai puristi, ma se fai un film di qualità, come ha fatto Baz Luhrmann, allora la licenza può venire accettata.
Pino Farinotti

Vado a memoria, ma credo proprio che il modello apicale in questo senso sia "I tre moschettieri". Alexandre Dumas, lo pubblicò, a puntate, sulla testata "Le siècle", nel 1844. Può darsi che non lo sapesse, ma aveva inventato il genere di cui sopra. E se quel titolo è il più filmato della storia, qualcosa deve significare. Contesto storico, amori e intrighi, monarchi e cardinali, segreti e duelli, e poi ciò che più vale, l'eroe. I codici c'erano tutti.

È impossibile fare una lista dei film sui moschettieri e i loro derivati come le maschere di ferro le vendette, i figli e affini. Stiamo a qualche classico. Già nel 1909, col cinema ancora nella culla, ecco la prima edizione, italiana, di 18 minuti, per la regia di Mario Caserini. Del '21 è il film di Allan Dwan, D'Artagnan lo fa Douglas Fairbanks, la prima grande icona dell'avventura. Nel '61 tocca ai francesi, Bernard Borderie regista, Gérard Barray D'Artagnan. Nel '74 è la volta di Richard Lester, autore con l'attitudine della dissacrazione, con un D'Artagnan (Michael York) cialtroncello più che eroe. C'è un'edizione del 1993, della Walt Disney, niente di indimenticabile. Ma che fa testo sono i "moschettieri" firmati da George Sidney nel 1948, con Gene Kelly, magnifica maschera e grande acrobata, che fa D'Artagnan. Gli attori sono tutti perfetti, alcuni: Lana Turner/Milady, Van Heflin/Athos, Vincent Price/Richelieu, Angela Lansbury, sì, la signora in giallo, eterna come Dumas, fa la regina. Hanno posto un marchio che nessuno cancellerà più.


VAI ALLA SCHEDA COMPLETA CONTINUA A LEGGERE
news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati